Facciamo sicuramente il verso al motto del Barcellona (“mes que un club”), anche se sono loro che ce l’hanno copiato.

Pì che na squadra è quella filosofia che accomuna chi vuol bene a questi colori, chi ci ha sempre creduto, chi ci ha perso ore di sonno, di lavoro e di tempo libero.

Pì che na squadra è lo spirito di chi in un’epoca fatta di soli vincitori, continua imperterrito anche di fronte alla palese sconfitta, perché sa che la vittoria più grande la si ha nel riuscire a portare avanti un’idea, un sentimento, una radice profonda che ha segnato la vita di chi questi colori li ha vissuti.

Pì che na squadra è stare zitti tutto l’anno, perché le difficoltà non si superano parlando, si superano facendo.

Pì che na squadra è ringraziare i ragazzi e gli allenatori che quest’anno hanno dimostrato di avere un onore ammirevole: e chi se ne importa se siamo ultimi, noi camminiamo a testa alta comunque.

Pì che na squadra è ammettere i propri sbagli, correggerli e saper ricominciare da quelli.

Pì che na squadra è comunque provarle tutte.

Pì che na squadra è dover tutti gli anni ricominciare da zero e chiedere aiuto, facendo leva proprio su quel sentimento di appartenenza che a volte mettiamo da parte, ma che se proviamo a ritornare bambini, riaffiora forte e vivido come quando si andava a giocare ai Sale.

 

Se pensi di sentire dentro ancora quello spirito e vuoi aiutarci, sai dove trovarci.