Giovanissimi 2002: Una buona sconfitta.

Sconfitta doveva essere contro il fortissimo Cuneo e sconfitta è stata, ma al termine di un incontro giocato bene dai ragazzi di Zaino e Fasano, con grinta continua, senza mai mollare un centimetro e lottando su ogni pallone.

Davvero forte il Cuneo 1905: una squadra già matura, che gioca un calcio di livello superiore e presenta alcune individualità di grandissimo interesse. Il portiere Bosia, notevole personalità nel guidare l’intera difesa e bravissimo tra i pali; il centrale Angeli, domenica probabilmente il migliore in campo; il centrocampista Camara, gran fisico e tecnica sopraffina; Mattia Ceirano, il grande ex, che abbina velocità e tocco di palla come pochi.

L’Olimpic ha opposto carattere e velocità, offrendo nel complesso una prova molto convincente, meno incisiva in attacco rispetto alla sfortunata partita contro il Centallo, ma più solida in difesa: match “mostruoso” di Francesco Piacenza, che si infortuna leggermente nell’allenamento pre-partita, sembra dover rinunciare, ma poi prova e disputa uno dei suoi incontri migliori; molto bravo Luca Beoletto, autore di almeno tre interventi decisivi; gran lottatore, presente su ogni pallone a centrocampo, Michele Cetera. Ma bravi tutti, capaci di restare sempre concentrati, anche quando sotto di tre reti.

Il Cuneo parte forte e crea diverse occasioni favorevoli, ma l’Olimpic difende con ordine: ci vuole, al 12′, un’invenzione di Camara, che di esterno mette Bertolini solo davanti a Beoletto e il centrocampista non sbaglia: applausi da parte di tutti, anche dalla panchina dell’Olimpic.

L’equilibrio dell’incontro si decide in un minuto, tra 33′ e 34′: prima, nella più bella azione della partita degli ospiti, Colacchio si trova sul destro la palla del pareggio, in piena area di rigore: conclude a botta sicura, ma Bosia compie un grandissimo intervento e salva.

Sul capovolgimento di fronte, splendida azione personale di Camara, che conclude, Beoletto compie un miracolo, ma nulla può sul tap-in dello stesso numero 10 biancorosso.

Il primo tempo termina 2-0.

La ripresa è meno intensa: il Cuneo attacca con continuità, tira più volte verso la porta difesa da Beoletto prima, Gallesio poi, ma non centra i pali. La terza rete arriva al 29′, di testa, su traversone da destra: realizza Angeli. Lo stesso numero 5, pochi minuti prima, aveva compiuto un intervento da manuale, rimontando Calzia che stava andando in porta, con una diagonale velocissima e un precisissimo intervento in scivolata.

Dopo la terza rete del Cuneo l’Olimpic reagisce e su punizione di De Tullio Piacenza colpisce di testa, ma non riesce a dirigere la sfera in porta. Una punizione di Calzia è ben controllata dal portiere di casa.

Il campionato è così giunto all’ultima giornata del girone provinciale. Il Cuneo è già qualificato ai Regionali, il Centallo non ancora matematicamente ma praticamente sì. Olimpic e Caraglio (distaccato di tre punti dai saluzzesi) si giocheranno nello scontro diretto di domenica prossima l’accesso agli spareggi.

Giovanissimi 2002. Girone C Cuneo. Decima giornata.

Cuneo 1905 – Olimpic Saluzzo 3-0

Reti. P.t.: 12′ Bertolini ( C); 34′ Camara ( C). S.t.: 29′ Angeli ( C).
Ammonito s.t.: Camara ( C).

Cuneo 1905.

Allenatore Mauro Giordana

Bosia; Cavallera, Rossi Andrea, Eliotropio, Angeli, Bertolini; Garello, Rossi Alan, Ceirano, Camara, Fogliarino.

Entrati in corso di gara: Amanzi, Giuliano, Giordano, Mina, Reinaudo, Boffa, Tamburello.

Olimpic Saluzzo.

Allenatore Vittorio Zaino; Vice allenatore Egidio Fasano

Beoletto (Gallesio); Ghirardotto (Verano), Minjia, Primolo (Bonagemma), Piacenza; Colacchio, Boggetti, Cetera; Manni (Paloka); Alberti (De Tullio), Calzia.

A disposizione: Casagrande, Montano.