Olimpic Saluzzo vs Manta 2-1

OLIMPIC ATTENZIONE ALLE VERTIGINI !


Cala il pokerissimo  di vittorie L’Olimpic , e come scritto nel titolo , il rischio ora e’ di vertigine , infatti un punteggio così alto al giro di boa ( pur se “anabolizzato” dai 3 punti in più della prima partita di ritorno contro il Narzole ma questo vale per tutto il girone ) i nostri ragazzi non l’avevano mai ottenuto.

 

A chi va il merito? Ai ragazzi?,a mister Veglia? Io dico a tutti , nessuno esclusi.

 

Lo dico senz’altro agl’ undici + tre scesi in campo ieri , come per ogni partita giocata , senz’altro a mister Veglia , che sa mettere in campo ogni volta la miglior formazione , ma permettetemi , anche chi ieri come tante altre volte , pur se squalificato od infortunato o fuori dai 18 , per scelta tecnica , non ha mai fatto mancare il proprio apporto , presentandosi puntuale agli allenamenti , aggrappandosi per urlare e sostenere  alla rete del perimetro di gioco come alcuni hanno fatto anche ieri , oppure saltare in piedi dalla panchina per incoraggiare ad ogni azione di gioco dei compagni , per poi trovarsi nello spogliatoio ed unirsi in un unico abbraccio felici della vittoria.

 

Ecco forse questo e’ il vero segreto dell’ ottimo risultato di metà stagione , la voglia di fare parte del gruppo , la voglia di essere gruppo , di saper accettare le scelte del mister , consapevoli che le stesse sono “figlie” di un’unico obbiettivo finale!

 

E qui mi fermo passando alla cronaca della partita , senz’altro importante , ma non più di tutte le altre disputate fin ora.

 

Mister Veglia parte con in porta Dalmasso , in difesa Strumia , Iaconiello , Fenoglio (c) , Telamone , in mezzo Martino , Dao , Rinaudo , Parola , in avanti Bordino e DaCosta , in panca Vignacastrisi , Berardo , Zardo , Quaglia , Barbero , Pidutti , Chiappero.

 

Giornata di sole tiepido , terreno , dato il periodo , in condizioni al limite del gioco.

 

Le reti arrivano al 35″ della prima frazione con un tiro ravvicinato su batti e ri-batti ad opera di “Sulli” DaCosta.

 

Nel secondo tempo  il Manta si fa’ più coraggioso e raggiunge il pareggio al 10″ , poi purtroppo per loro al 35″ si deve registrare , in fase di attacco da parte dei nostri , uno sfortunato retro-passaggio del difensore centrale loro , che si trasforma in un’euro-autogol dalla metà campo .

 

Niente più di eclatante fin o al 4″ minuto di recupero , quando Dalmasso si fa trovare pronto alla respinta su una insidiosa punizione .

 

Poi rimane solo il tempo per il fischio finale e , lasciatemelo dire le inutili e banali scene da teatrino fuori luogo davanti agli spogliatoi , da parte dei soliti noti.

 

Per la cronaca puramente sportiva nel secondo tempo i cambi da parte dell’Olimpic sono stati al 10″ Barbero per Bordino , al 20″ Pidutti per Parola , al 35″ Zardo per Telamone.

 

Buone Feste a tutti , buon riposo , ed arrivederci ad inizio febbraio ’15 per nuove cronache.

 

Cr58