Gara del 09/11/14 : OLIMPIC SALUZZO vs VILLAFALLETTO : 3 – 1

SI ABBATTE IL CICLONE ALEX BÓRDINO SUL VILLAFALLETTO


Bordino autore della tripletta

BORDINO ALEX

Giornata tipicamente novembrina, pioggia e freddo, ma splende il sole sul rettangolo di gioco dell’Olimpic.
Si, finalmente continuità di prestazione all’altezza delle reali capacità tecniche ed agonistiche ( per qualcuno fin troppo ..agonistiche..) di tutta la squadra.
Si vede la voglia di fare bene già dal giusto approccio al ritrovo, ore 13,30 e silenzio assoluto nello spogliatoio dei ragazzi,mister Veglia catechizza da subito i componenti della squadra,tutti, panchina compresa , vanno al riscaldamento in campo determinati e coesi.
Si parte con in porta Dalmasso , dalla destra a difendere Martino , Iaconiello , Fenoglio , Costa, i centrocampisti da destra Da Costa , Rinaudo , Parola , Dao , punte Bordino e Chiappero. In panca si siedono Isoardo , Quaglia , Pidutti , Piccolo , Allamandi , Dalbesio , Barbero.

 

Assente il giocatore Strumia , raggiunto in settimana dal triste lutto per la morte dell’amato nonno materno , a cui vanno , a lui e famiglia , le sentite condoglianze di tutta la Società’ e compagni di squadra.

 

Parte fortissimo L’OLIMPIC ed al primo minuto di gioco arriva la rete , palla da Parola all’accorrente Bordino , che sulla sua sinistra da posizione quasi impossibile del limite del fine campo , fa’ partire un siluro” terra-aria” che si infila sotto la traversa avversaria.
Palla a centro campo , pochi attimi di gioco e , il capitano Costa , si lascia andare ad un fallo di reazione nei confronti dell’avversario , reo di averlo colpito in fase di gioco.

 

Il direttore di gara mostra senza indugio il cartellino rosso al giocatore , e questi a testa bassa e mortificato , prende la via degli spogliatoi , conscio di avere commesso un grave errore , in primis come gesto non consono alle corde della squadra e della Società’ , e non ultimo di avere lasciato i compagni da subito a lottare per tutta la partita con un uomo in meno.

 

Ma torniamo alla partita giocata.

Mister Veglia analizza la situazione ed apporta un’immediato cambio tecnico , chiama fuori l’incolpevole DaCosta per il centrale Quaglia , portando all’esterno sinistro Iaconiello.

Il Villafalletto  comunque fiuta il momento di destabilizzazione dell’Olimpic e si proietta in avanti , fino a raggiungere in pochi minuti il pareggio  ,dopo un discutibile rigore provocato da Rinaudo su fallo al limite tra il fuori e dentro l’area grande.
Niente paura , oggi i ragazzi sono determinati e nulla li scoraggia, si prende coscienza dei ruoli ed al 30″ arriva la seconda rete.
Va al calcio d’angolo Rinaudo , calibra una palla all’altezza dell’area piccola dove con uno stacco degno di un giocatore del NBA arriva l’incontenibile Alex Bordino , ed insacca di testa.

 

Si va al riposo sul 2 a 1 per gli Oratoriani consapevoli di avere fatto bene.

La seconda fase di gioco parte con le forze in campo immutate , il terreno si fa’ sempre più’ pesante e scivoloso , causa la pioggia che non smette di cadere.

Si alterna bel gioco , palla a terra , a momenti di pausa per ri-fiatare , alla mezz’ora della ripresa Veglia sostituisce Martino con il giovane Pidutti a dare man forte al reparto difensivo.

 

Le squadre si “allungano” in campo , mentre c’ e’ ancora spazio per l’ingresso di Barbero a sostituire l’esausto Dao.

 

Il “Villa” prova un’ultimo arrembaggio alla cambusa dell’Olimpic , ma nulla può’ oggi alla voglia di vincere dei ragazzi.
Arriva ancora all 85″ l’espulsione , per doppia ammonizione , di Parola , ma oggi in campo per i “Nostri” c’è’ un’incontenibile Bordino , che sul fronto opposto , dopo uno sterile tentativo di attacco da parte degli avversari , si invola solitario in contro-piede a raggiungere e scavalcare con un dribbling degno di un giocatore di categoria superiore , l’incolpevole portiere , portando a tre reti il suo personale bottino in partita , e , blindando definitivamente il risultato finale.

 

Arriva il triplice fischio ed il nostro eroe di giornata si prende il meritato pallone sotto braccio , raggiungendo gli spogliatoi , dove ad attenderlo per firmare la sfera , ci sono tutti i compagni di partita , oggi davvero tutti importanti per l’esito finale di gara.

 

GRAZIE RAGAZZI.

 

F.f.58