Allievi fascia B 2002: Regionali. Tre punti d’oro.

Prima vittoria per l’Olimpic 2002 di Egidio Fasano (squalificato e sostituito in panchina per l’occasione da Francesco Gaggioli) nel Girone 3 del Campionato regionale degli Allievi Fascia B. Tre punti d’oro al termine di un match forse non bello, ma combattutissimo ed emozionante dal primo all’ultimo minuto, perché sempre in bilico. Incontro, per la verità, anche molto nervoso degli ospiti, che chiudono con quattro ammoniti e un espulso e si rendono protagonisti di un un post – partita sconcertante.

L’Olimpic vince invece la partita prima di tutto con la testa, non accetta mai provocazioni, pensa a giocare a calcio, crea poche occasioni da gol, ma rischia anche molto poco, soprattutto nel secondo tempo.

Partenza a razzo dei padroni di casa: grande fuga sulla destra di Calzia al primo minuto, cross che raggiunge Colacchio, destro sotto la traversa e miracolo di Cazzulo, che alza con la punta delle dita. Al 3′ ancora Colacchio, al vertice sinistro dell’area, passa dalla parte opposta all’accorrente Manni, che colpisce di sinistro al volo. Ne esce una palombella che scavalca il portiere avversario insaccandosi. Sarà anche l’unico gol del match.

Il Carmagnola reagisce immediatamente: all’8′ Piperno, molto veloce e pericoloso, conclude alto. Due minuti dopo è Pagnotta, costante spina nel fianco della difesa dell’Olimpic per tutto il primo tempo, a concludere da distanza ravvicinata: respinge Zaje di piede.

Al 12′ conclusione di testa di Abrate, per l’Olimpic, da ottima posizione, troppo debole. Al 16′ l’occasione migliore della partita per gli ospiti: il tiro di Piperno, con Zaje fuori causa, è respinto da Minja, che salva la propria porta.

Prima della fine del tempo, insidiosa punizione di Colacchio, che termina di poco sul fondo.

Prima frazione equilibrata, con occasioni da entrambe le parti, grande prova di Montano (alla fine il migliore in campo) e Colacchio per l’Olimpic, di Piperno e Pagnotta per gli ospiti.

Nel secondo tempo ti attendi il forcing del Carmagnola alla ricerca del pareggio e invece i rossi non vanno al di là di un paio di mischie e non riescono più a tirare in porta; l’Olimpic non crea tantissimo, ma passa gran parte dei secondi 40′ nella metà campo avversaria. Al 2′ Manni conclude debolmente di testa; al 25′, sempre di testa, Montano mette sul fondo da buona posizione. Manni, Colacchio e lo stesso Calzia rientrano spesso sulla linea dei difensori, dando manforte ai tre centrali e blindano il risultato.

Al fischio finale, mentre i ragazzi di casa festeggiano a centro campo, i giocatori del Carmagnola chiedono con veemenza spiegazioni al direttore di casa per l’espulsione subita nel finale da Piperno, direttamente dalla panchina. La situazione rischia di degenerare e, mentre la dirigenza dell’Olimpic scorta il direttore di gara, proteggendolo, i giocatori ospiti, per completare la brutta pagina, spaccano il vetro dello spogliatoio. Un vero peccato: il match non ha dato adito a discussione alcuna o a casi dubbi, nulla che possa in qualche modo spiegare quanto accaduto per tutto il match e alla fine.

Tabellino.

Olimpic Saluzzo – Carmagnola 1-0 (p.t. 1-0)

Reti:p.t.: 3′ Manni (O)

Amm.: 25′ p.t. Marku (C); 39′ p.t. Pagnotta (C); 33′ s.t. Vailatti (C); 39′ s.t. Aducato ( C).

Espulso Piperno (C) 40′ s.t.

Olimpic Saluzzo.

All. Francesco Gaggioli

Zaje; Primolo, Minja, Ghirardotto; Colacchio, Boggetti, Sellini (39′ s.t. Cetera), Abrate (15′ s.t. De Tullio), Manni; Calzia, Montano.

A disp. Casagrande, Alberti, Bonagemma,

Carmagnola.

All. Filippo Policaro

Cazzulo; Aducato, Chiesa (10′ s.t. Diana), Vailatti, Garaguso, Cauduro; Piperno (34′ s.t. Vigliaturo), Marku (25′ s.t. Gamba); Costanzo; Pagnotta, Soldano (32′ s.t. Simonetta).