Olimpic Saluzzo – Cheraschese 1 – 4


Olimpic Saluzzo:

Tuninetti, Barbero (27° st Levrini), Strobino, Martini, Cetera, Bonetto (16° st Failla), Orsi (25° st Bindolo, Salvai (8° st Quaglia) Errabihi, Primolo, Testa (35° st Tomatis)

Marcatori:

Testa (r).

A disposizione:

Torre, Veglia

Dopo la sconfitta a Bra, nella prima giornata di campionato, purtroppo il risultato si ripete nell’esordio casalingo.

La Cheraschese era compagine temuta perchè se ne conosceva la qualità e i nostri ragazzi sono scesi in campo ben motivati e pronti a giocarsi l’incontro.

I mister Genova e Demaria (entrambi in tribuna a scontare la squalifica maturata dopo le espusioni della settimana scorsa) mescolano un po’ le carte in difesa e sulla fascia destra per cercare di dare maggiore peso fisico (indubbiamente il fattore più penalizzante di questa squadra).

Barbero (laterale basso) e Bonetto (laterale alto) si scambiano i ruoli e centrale di difesa viene inserito Martini, con Strobino leggermente più arretrato, e Cetera prende il posto di Levrini a sinistra.

A centrocampo giostrano Orsi, Salvai ed Errabihi (oltre a Bonetto sulla fascia) ed è proprio in questa zona che l’Olimpic patisce di più gli avversari, i ragazzi corrono, lottano ma la differenza fisica è notevole e sui contrasti la palla è spesso persa.

In attacco Testa e Primolo danno filo da torcere ai propri marcatori.

La Cheraschese passa al 12° con un bel tiro a giro dalla destra imprendibile per Tuninetti.

I saluzzesi non ci stanno e cercano di riagguantare il risultato l’ocasione ghiotta arriva al 27° quando su un cross dalla sinistra prima Testa e poi Bonetto vengono spinti in area, l’arbitro decreta il rigore e Testa non sbaglia.

Il primo tempo si chiude sull’1a1 e inizia a maturare la speranza di poter portare a casa un buon risultato.

I primi 10/15 minuti del secondo tempo sono equilibrati, la Cheraschese ha in mano il gioco ma non si rende mai pericolosa, l’Olimpic cerca il colpaccio con rapide ripartenze ma la difesa avversaria fa sempre buona guardia.

Al 14° gli equilibri si rompono, l’ala sinistra sfonda sulla fascia, mette in mezzo un pallone che la nostra difesa non riesce ad allontanare e nulla può Tuninetti sulla conclusione da pochi metri.

Fotocopia del 2-1 il terzo e quarto gol degli ospiti, i laterali gialloblu non riescono a fermare i loro avversari e sui cross dal fondo è facile per gli attaccanti ribadire in rete.

Come detto l’Olimpic aveva giocato un discreto primo tempo ma alla lunga le maggiori qualità degli avversari hanno fatto la differenza.

Domenica trasferta a Torino contro l’Atletico Torino.