Allievi Fascia B 2002. Regionali: un pareggio che sta stretto.

Gran bella partita quella disputata sabato 18 novembre scorso a San Rocco Castagnaretta e valida per la sesta giornata d’andata dei Regionali per gli Allievi Fascia B 2002. Un pareggio finale, per 2 a 2, che sta indubbiamente stretto ai ragazzi di Egidio Fasano, capaci di una prova davvero convincente e continuativa per tutti gli 80 minuti.

Olimpic e Pedona si erano già incontrati due volte nel quadrangolare di qualificazione, con vittoria dei saluzzesi all’andata per 3 a 2 e successo dei cuneesi per 3 a 0 al ritorno. Si poteva prevedere un match equilibrato, ma, in realtà, ha giocato con maggior piglio la squadra ospite.

Contrariamente ad altre recenti prestazioni, infatti, l’Olimpic parte molto bene, con grinta e costringe per tutto il primo tempo gli avversari sulla difensiva: è Luigi Manni, il migliore in campo, a impegnare il portiere avversario con un gran tiro da fuori area al 16’; tre minuti dopo lo stesso numero 11 si presenta solo davanti a Bernardi, che respinge. Ma, alla prima occasione, su azione d’angolo, passa il Pedona, con Petris (che contro l’Olimpic segna sempre due volte…) che devia in rete il cross rasoterra.

Gli ospiti non ci stanno e reagiscono subito: due minuti dopo mischia nell’area del Pedona, pallone vicino alla linea di porta, ma nessun giocatore riesce a deviare in rete. Al 25’ Colacchio conclude su punizione di poco alto, mentre al 27’ è Montano a costringere il bravo portiere di casa alla parata.

Al 35’ si rifà vivo il Pedona: questa volta è Zaje, con un grande intervento, a negare il raddoppio ai cuneesi. A un minuto dalla fine del tempo il meritatissimo pareggio, realizzato da Manni.

La ripresa si apre con un intervento più che sospetto in area ai danni di Calzia, l’arbitro fa proseguire e al 5’, ancora una volta alla prima occasione, Petris trova il nuovo vantaggio per il Pedona. Passano tre minuti e Calzia ha l’occasionissima per impattare subito il risultato, ma Bernardi para. È proprio Bernardi l’autentico protagonista di questa fase del match e, senza dubbio, il migliore dei suoi. L’estremo difensore di casa nega infatti il pareggio prima a Ghirardotto, poi a Calzia, quindi a Colacchio su punizione. Al 24’ capitan Boggetti, di testa, trova il 2 a 2. Da questo momento sino alla fine della partita è un monologo saluzzese: tira Cetera, parato, Calzia due volte a un passo dalla deviazione vincente, Colacchio solo davanti al portiere, alto.

Alla fine un pareggio che lascia l’amaro in bocca agli ospiti, che vincono nettamente ai punti, ma non basta per il successo pieno.

La prova disputata, peraltro, è di gran lunga la migliore dell’anno e fa ben sperare per il prosieguo del campionato: la settima giornata metterà di fronte, ai Salesiani, Olimpic e la Cheraschese, attualmente nona a 5 punti, mentre i saluzzesi sono undicesimi, a pari punti (4) con il Carmagnola, davanti a Rivoli e Bacigalupo.

Tabellino.

Reti.

Pt. 22’ Petris (P); 39’ Manni (O);

S.t.: 5’ Petris (P); 24’ Boggetti (O).

Pedona.

All. Andrea Dalmasso.

Bernardi, Amodio, Bruni, Ceravolo, Borra, Bergia, Bono, Gallinari, Petris, Torta, El Bahraoui.

A disp. Fantino, Astesano, Coraglia, Fechino, Kabore, Gervasi, Bellini.

Olimpic Saluzzo.
All. Egidio Fasano.

Zaje; Primolo, Minja,Sellini (20’ s.t. Cetera), Verano, Ghirardotto, Colacchio, Boggetti, Montano, Calzia, Manni.

A disp.: Roca, Nikollaj, Bonagemma.

Arbitro: Filippo Ghio (sez. Cuneo)