Allievi Fascia B 2002 Regionali. Un punto d’oro.

Torna a far punti l’Olimpic 2002 di Giorgio Fraire nella quarta giornata di ritorno del Campionato Regionale degli Allievi Fascia B, girone 3. Opposti al forte Bra di mister Cannistraro, sesto in classifica, i gialloblu mostrano, per tutti gli 80 minuti e più, grande grinta e capacità di soffrire, costringendo al pari a reti bianche i quotati avversari.

Dopo le tre scoppole rimediate in casa con il Chieri, a Carmagnola e a Centallo, i ragazzi di casa ringraziano la buona sorte (espulsione frettolosa di Boffa, uno dei migliori dei suoi, all’inizio del secondo tempo, un palo di Biasibetti, sicuramente il più bravo fra i giallorossi) e la gran giornata di Samoele Zaje, autore di almeno quattro pregevoli interventi. Molto bravo e continuo, sia in fase di copertura che di rilancio dell’azione Manni, una sicurezza a centrocampo il rientrante Boggetti. Ma tutti i ragazzi di casa si sono ben disimpegnati, muovendo una classifica asfittica che, con un punto, ha permesso loro di agganciare il Pedona, prossimo avversario in casa, alla ripresa dopo lo stop pasquale.

Il primo tempo è combattuto ed equilibrato: il Bra è forse al di sotto delle aspettativa, ma l’Olimpic gioca palla a terra e si difende con ordine. Il primo squillo è, anzi, dei saluzzesi: il colpo di testa di Piacenza al 15’, termina alto di pochissimo. Poco dopo, sull’altro fronte, altra conclusione di testa, questa volta di Biasibetti, respinta con bravura da Zaje.

Nel finale di tempo due occasioni per gli ospiti: la deviazione, sempre di testa, di Panetto termina fuori di poco al 38’; due minuti dopo, poco prima del fischio dell’arbitro, gran destro da fuori di Olarean, a mezza altezza e destinato all’angolo: Zaje si supera e, in tuffo, devia.

La ripresa comincia con un Bra arrembante e l’Olimpic a difendersi e soffrire in difesa, ben sorretto, comunque, da un Piacenza sempre puntuale nelle chiusure. Al 2’ Biasibetti conclude alto, mentre al 4’ Panetto costringe il portiere di casa alla deviazione in angolo. Tre minuti dopo la svolta del match: Boffa, ammonito nel primo tempo per proteste, interviene su Verano; è indubbiamente fallo, ma il secondo giallo sventolato dal direttore di gara è certamente eccessivo. Bra in 10 ed equilibri dell’incontro inevitabilmente mutati.

Gli ospiti si ricompattano e non rinunciano certo a pungere: al 16’ l’occasione migliore della partita: Biasibetti, ancora lui, colpisce il palo con un bel diagonale, mentre Zaje respinge la seguente ribattuta. Corso un grandissimo rischio, l’Olimpic reagisce e sposta il gioco nella metà campo avversaria. Al 17’ è Montano a deviare di testa, di poco alto, un corner di Manni. Al 32’, ancora su azione d’angolo, bella girata di Cetera, parata a terra da Serra, mentre al 38’ finisce di poco a lato una punizione da trenta metri dello specialista De Tullio.

Il pareggio, alla fine, accontenta di più l’Olimpic, che costringe allo 0 a 0 una squadra più forte e può così affrontare con rinnovata fiducia i prossimi importanti incontri del girone di ritorno.

Tabellino.

Olimpic Saluzzo – Bra 0-0

Ammoniti: 18’ p.t. Biasibetti (B); 25’ p.t. Boffa (B); 39’ p.t. Boggetti (O); 14’ s.t. Verano (O); 39’ s.t. Piacenza (O).

Espulso: 7’ s.t. Boffa (B).

Olimpic Saluzzo
All. Giorgio Fraire.

Zaje, Ghirardotto (21’ s.t. Abrate), Verano, Cetera, Piacenza, Colacchio, Sellini (7’ s.t. De Tullio), Boggetti, Montano, Calzia, Manni.

A disp.: Roca, Casagrande, Bonagemma, Nikollaj, Primolo.

Bra

All. Piero Cannistraro

Serra, Battaglino, Milanesio (30’ s.t. Santero), Barbero (25’ s.t. Biano), Teobaldi, Olarean, Panetto, Castiati (15’ Caveglia), Biasibetti, Boffa, Leanza (11’ s.t. La Rosa).

A disp.: Greco.