Giovanissimi 2002: Più forti del diluvio.


 

Protagonista assoluta la pioggia nel confronto disputato sabato scorso sul bel campo di Paesana (che ha retto bene) tra Valle Po e Olimpic Saluzzo, valido per la quinta giornata di ritorno del Girone B dei Provinciali cuneesi riservati ai Giovanissimi 2002.

Protagonista tale che, a lungo, si è temuto di non riuscire a terminare l’incontro.

Si comincia, infatti, sotto una pioggia insistente e preoccupanti tuoni e fulmini in avvicinamento. L’incontro ricalca, nonostante tutto, i binari attesi: Olimpic costantemente nella metà campo avversaria, Valle Po che si difende a pieno organico. Fioccano le occasioni, ma la coppia d’attacco Montano – Calzia, quasi sempre coadiuvati da Manni, non riesce a centrare la porta. La squadra di casa, per contro, non supera quasi mai la metà campo: lo fa, nel primo tempo, una volta sola, con un colpo di testa che termina non lontano dai pali difesi da Roca.

In realtà è un miracolo che i ragazzi restino in piedi e giochino a calcio: con il passare dei minuti la pioggia diventa torrenziale, accompagnata da un vento che sposta letteralmente i giocatori. Intorno al 25’ arriva anche la grandine e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi interrompendo l’incontro. La direttrice di gara si confronta con le due squadre: tutti concordano di aspettare gli eventi.

Dopo circa mezz’ora si può ricominciare: la pioggia è sopportabile, il campo presenta un paio di pozzanghere nelle due aree di rigore, ma è praticabile. La sosta ha fatto molto bene ai saluzzesi che, catechizzati dai loro mister nello spogliatoio, rientrano in campo con altro piglio, più concreto, e nei dieci minuti restanti del tempo realizzano tre reti: prima e terza in fotocopia, con Manni e Calzia che sospingono la sfera in rete da pochi passi dopo traversone radente da destra. In mezzo lo splendido sinistro a giro ancora di Manni, toccato ma non deviato dal bravo portiere Merlino. 3-0 per l’Olimpic al riposo.

La ripresa inizia con un’occasione per la squadra di casa, ma al tiro a botta sicura da dentro l’area di rigore si oppone efficacemente Casagrande respingendo.

L’Olimpic riparte, stringendo nuovamente d’assedio l’area avversaria. All’8’ torna al gol Pietro Montano, dopo lunghi mesi di assenza per infortunio: l’angolo di Colacchio è al bacio, lo stacco e la girata di testa del numero 9 perfetti. Pochi minuti dopo è Primolo a colpire di testa in area e centrare la traversa, sulla ribattuta la conclusione vincente a rete è di Cetera.

A quel punto gli ospiti allentano leggermente l’assedio, consentendo alla Valle Po alcune ripartenze: in un’occasione è bravo Beoletto a uscire di piede al limite dell’area, nella seconda è Verano, con una splendida diagonale, a stroncare un’iniziativa molto pericolosa.

Dall’altra parte, dopo un palo colpito da Boggetti su angolo, sale in cattedra De Tullio che mette, da autentico rifinitore, Bonagemma e Alberti davanti alla porta, ma i compagni mancano di poco la rete. Sul finale il nuovo entrato fa tutto da solo, scarta difensori e portiere ma quando sta per concludere nella porta vuota interviene… una pozzanghera e gli blocca la sfera.

Vittoria netta alla fine, come da pronostico, e primo posto momentaneamente riacciuffato dall’Olimpic, stante la giornata di riposo del capolista Busca. Il prossimo turno vedrà riposare proprio i saluzzesi, mentre a Tarantasca si sfideranno Busca e Pro Dronero e dal risultato finale si capirà qualcosa di più sull’esito di questo torneo equilibrato e avvincente.

Giovanissimi 2002. Campionato provinciale.

Girone B. Quinta giornata ritorno.

Valle Po – Olimpic Saluzzo 0-5 (primo tempo 0-3).

Reti.

P.t.: 27’ e 30’ Manni; 35’ Calzia; s.t.: 8’ Montano, 15’ Cetera.

Ammonito s.t.: Piacenza.

Valle Po.

Allenatori Erik Martino e Gianluca Brondino.

Merlino; Ravetto, Vaglienti, Piana, Greco, Re; Bertone, Goria, Perotto; Gallesio, Silli.

Entrati a gara in corso: Marku, Graziano, Peirone, Franchetto, Allio.

Olimpic Saluzzo.
Allenatori Vittorio Zaino ed Egidio Fasano.

Roca (Beoletto); Primolo, Casagrande (Minija), Ghirardotto, Piacenza (Verano); Colacchio, Paloka (Cetera), Boggetti, Manni (De Tullio); Calzia (Alberti), Montano (Bonagemma).