Bra – Olimpic Saluzzo 3 -1


Olimpic Saluzzo:

Tunintti, Bonetto (Failla), Levrini (Martini), Bindolo (Quaglia), Cetera, Strobino, Orsi (Fugiglando), Salvai (Errabihi), Barbero (Tomatis), Primolo, Testa.

 A disposizione non entrati:

Torre.

 Ammoniti: Barbero – Espulsi: Demaria/Genova (all.).

 Reti: Errabihi.

Quello che si è svolto domenica 15 a Bra era il primo incontro del campionato regionale che i nostri ragazzi giocavano nella loro vita ed hanno immediatamente capito che l’annata che si apprestano a sostenere sarà molto diversa da quelle sin qui affrontate.

Il Bra non si è rivelato una squadra molto superiore sull’aspetto tecnico tattico, ma i nostri avversari erano tutti fisicamente molto dotati, cattivi (sportivamente parlando) e dotati di una “malizia” che a volte trascendeva anche in comportamenti poco sportivi.

I 7 ammoniti (per il Bra) ad 1 sono emblematici delle differenze viste in campo, personalmente però ritengo che a quest’età e per questi campionati, lo spirito calcistico dovrebbe essere più quello educativo volto al raggiungimento di un bel gioco e all’aggregazione che non del risultato ad ogni costo.

La partita è stata comunque meritatamente vinta dal Bra, che ha saputo approfittare di 2 indecisioni della difesa nel primo tempo ed ha capitalizzato un dubbio rigore ad inizio ripresa per segnare i 3 gol.

I nostri avversari hanno poi controllato abbastanza agevolmente, senza lasciare grosse occasioni ai giallo blu, che hanno accorciato le distanze con Errabihi (tiro deviato da un difensore) durante una mischia creatasi in area dopo un rigore parato a Strobino e concesso per fallo su Testa (anche questo dubbio).

Va detto che i saluzzesi recriminano per almeno altri 2 interventi “poco ortodossi” subiti in area di rigore da Barbero e da Levrini.

Nel complesso i ragazzi di Demaria e Genova (entrambi allontanati dal terreno di gioco dall’arbitro a cui avevano chiesto lumi su alcune decisioni ritenute troppo “casalinghe”) hanno cercato di giocare la loro partita ma, come detto, hanno trovato una squadra più spregiudicata e forte fisicamente, situazioni che presumibilmente si dovranno affrontare settimanalmente.

Domenica prossima sarà ospite a Saluzzo la Cheraschese, squadra che si sa di un certo spessore, i ragazzi e gli allenatori dovranno impegnarsi al massimo per sopperire a quelle carenze che sono imputabili solo alla natura e al carattere dei nostri giovani atleti.