NON ARRENDERSI !

Si , gentili ed affezionati lettori , innanzitutto buongiorno , e come potete interpretare dal titolo , ora , come è logico che sia ,  un po’ di sconforto legato a malumore sta sopraggiungendo all’interno dello spogliatoio ed ambiente , tutto , della prima squadra .
Questo non deve succedere , questo non lo si deve permettere , la categoria e’ impegnativa , le ultime tre squadre che abbiamo affrontato , si “abbiamo” , perché insieme si vince ed insieme si soffre si perde e si combatte , quindi ribadisco che le ultime tre squadre che abbiamo affrontato , non solo per blasone , ma anche quello che hanno dimostrato in campo sono veramente equipaggiate per fare bene per sostenere un campionato nelle primissime posizioni se non addirittura vincerlo , forse , mi permettano i giocatori della Saviglianese , i mitici “maghi” come ha sottolineato ieri il nostro Conducator , mister Zaino durante l’incontro urlando a squarciagola in direzione dei nostri ragazzi , ma ottenendo un richiamo ufficiale dal direttore di gara con conseguente espulsione dal campo , dicevo ,,mister Zaino ha chiosato in un’analisi ispirata dalla carica adrenalinica , ma realista : sicuramente più  furbi gli avversari , più sciocchi (anche se  non proprio così definiti da lui ) i nostri ragazzi , decisamente non all’altezza per sostenere la gara l’arbitro .
Ora , ripeto , nessun dramma , ma coscienti che il cammino si fa’ impegnativo , molto , ma fortunatamente ancora lungo , siamo esattamente ad un terzo del percorso , quindi….c’è spazio per ogni recupero , basta crederci e lavorare tutti nella stessa direzione.
Ma veniamo alla gara giocata .
Mister Zaino parte , oggi , con il :4-3-1-2
Basha , Telamone (c)-Iaconiello – Strumia – Forgia , Lingua-Dao-Martino , Gallo, Bordino-DaCosta .
In panca : Feta , Calvetti , Rinaudo , Bergesio , Martini , Chiappero , Kully.
 
Giornata di sole , campo , nonostante la pioggia notturna , in condizioni discrete , pubblico non dei grandi numeri , quasi assente la frangia Saviglianese .
Si parte a ranghi stretti , da entrambe le parti c’è attenzione nei dialoghi fin da subito , dialoghi fatti di due tocchi e subito palla a cercare il reparto avanzato , ma le difese sono attente , poco spazio viene dato alle punte , quindi si cerca lo spunto personale .
Bella la partita , si sgolano i mister , ognuno dalla propria zona tecnica prodigi di consigli , poi al 18″ del primo tempo la rete del vantaggio ospite.
Attacca compatta la Saviglianese , siamo al limite dell’area grande gialloblù , tarda a mettere giù palla il nostro difensore , rapido ad approfittarne il loro “esterno alto” Francioso , pochi passi con la sfera , colpisce ed è’ uno a zero.
Non sembra sentire il colpo l’Olimpic , anzi la reazione è caparbia , si arriva al 30″ della prima frazione e Bordino si trova sui piedi , grazie ad un imprecisione del loro centrale difensivo ,  l’occasione più nitida per andare in rete , solo avanza , davanti a lui il portiere , ma il colpo di fino ha il sopravvento sul giocatore che calcia di piatto a lato, peccato.
Si va al riposo con la percezione di poter riequilibrare le sorti , ed infatti al rientro in campo parte subito alla ricerca del pareggio l’Olimpic .
Pochi minuti dei secondi quarantacinque e mister Zaino , complice anche una forte botta alla coscia del giocatore , effettua la prima sostituzione , Kulli per Bordino .
Non cambia l’assetto in campo , ora un’esausto Lingua lascia il posto per Rinaudo , poi arriva il momento di Chiappero per Martino , c’è sentore di pareggio nell’aria e così avviene .
Siamo alla mezz’ora di gioco , e’ all’arma bianca l’attacco gialloblù , ottiene palla in un retro passaggio da fuori area della difesa dei “maghi” il nostro Forgia , non ci sta a pensare troppo e lascia partire un missile che di “mancino” buca la rete , uno pari.
Ora prendono fiato entrambe le parti , sembrano accontentarsi , ma è solo un’illusione , la Saviglianese gioca palla a metà campo , perde il contrasto un nostro “uomo” , si ritrova spazi inaspettati l’avversario , ottiene gioco e campo il loro numero sette Marengo e non perdona , tiro , rete 2-1.
Sono pochi i minuti che rimangono a disposizione , la fatica e lo sconforto fanno il resto ed i ragazzi non c’è la fanno più a riequilibrare le sorti .
Finisce la gara dopo cinque minuti di recupero decretati dal direttore , escono a testa bassa gli Oratoriani , ma come già ho scritto ad inizio articolo che non sia il malumore a farla da padrone ,ma  bensì la voglia di riscatto e la coesione del gruppo che da sempre distingue il nostro “modus operandi” a raggiungere l’obiettivo preposto.
Domenica ore 14,30 : Sommarivese , a Sommariva Perno .
FORZA GIALLOBLÙ !