Sofferenza Infinita !


Buongiorno lettori , si come da copione , anche se umanamente speravo il contrario , ci sarà da soffrire fino all’ultimo prima di mettere i titoli di coda di questa pur sempre , ed ora più che mai , bellissima avventura.

Si , bellissima avventura , bellissima stagione calcistica , e spero che a crederlo non sia io il solo , ma bensì tutto il movimento Olimpic , anche se un po’ di perplessità, ieri , nel vedere al seguito della Squadra ( che ripeto sta facendo una stagione gloriosissima ) i soliti affezionati tifosi da trasferta , cioè 4 genitori 4 , 3 compagne 3 ( di cui due sono mogli) 2 amici , 2 giocatori ( non in distinta per infortunio) ed una nonna ,un po’ di amaro in bocca credo che ai ragazzi in campo sia venuto ,  mentre sul versante opposto a tifare per una squadra dal passato glorioso ed ora sull’orlo della retrocessione c’erano almeno 200 persone , molti dei quali dal settore giovanile ed altri semplici sostenitori , per cui a questi ultimi tocca anche un biglietto d’ingresso.
Ma lasciamo da parte le proprie considerazioni che possono essere oggettive e fine a se stesse e magari da chi scrive travisate , e veniamo alla partita giocata.
Giornata da primavera inoltrata , terreno in buone condizioni , pubblico già descritto , si va ad iniziare .
Mister Zaino schiera con il consueto 3-5-2: Petrushji, Iaconiello-Strumia-Fenoglio(c) , Costa-Martino-Rinaudo-Lingua-Telamone , Bordino-DaCosta , in panca : Feta , Forgia , Luani , Chiappero , Bergesio , Dalbesio.
In classifica la differenza tra le due compagini è di 38 punti , sul terreno di gioco la differenza è molto meno .
Partono a sprone battuto gli avversari , devono fare punti e si vede , al piccolo trotto risponde l’Olimpic , quasi in un torpore misto tra la paura di subire un gol che può mettere tutto l’operato fin qui svolto in discussione , e l’attesa dell’errore avversario per provare ad osare .
Ma questo tipo di atteggiamento porta da poche parti signori miei , infatti la prima mezz’ora di gioco è appannaggio dei padroni di casa , creano , smistano palle , mentre ripeto l’Olimpic sta a guardare  , ed un’azione corale vera e propria da gol non viene ottimizzata per tutto il primo tempo .
Si va al riposo bisognose entrambe le compagini di rinfrescarsi la testa ed i polsi , ma anche le idee sono da rivedere .
Indiscrezioni mi riportano dagli spogliatoi che il clima anche lì non è dei più “freschi” , si scalda , ha ragione Zaino , da direttive ed imbecca i propri giocatori sperando in un guizzo di audacia mista a giusta cattiveria agonistica.
Si ritorna in campo , ma l’aria che tira sembra essere la medesima dei primi 45 minuti .
Allora iniziamo con i cambi , entra al 10″s.t il giovane Bergesio per Lingua , si prova ad essere più filtranti , ma oggi la porta sembra lontana da raggiungere .
Di risposta in un netto contropiede il Sommariva ha l’occasione per sbloccare il risultato , palla sulla loro ala dx , questi scavalca la difesa gialloblù e di primo istinto tira ma trova il palo che rimette in mezzo la sfera , sopraggiunge il loro centravanti che a porta vuota , con  ancora  il nostro portiere a terra , di piatto dx colpisce la traversa , meno male ! 

Sospirò di sollievo e subito le due ultime sostituzioni da parte di Zaino .

Entrano in contemporanea Chiappero per Fenoglio e Dalbesio per DaCosta (25″s.t) cioè un po’ più di offensiva , ed in effetti dopo pochi minuti arriva il momentaneo vantaggio.
30″s.t , Angolo per gli Oratoriani , si porta sul corner Chiappero , scodella una palla all’altezza del primo palo dove arriva con una precisa deviazione di testa Dalbesio ed insacca 1 a zero.
Ora ci crede l’Olimpic anche perché da Genola arrivano notizie rasserenanti di un momentaneo pareggio del Roero .
Ma poi come sempre nel calcio tutto è assolutamente precario.
Siamo al 38″ azione del “Somma” , in quel momento in dieci per espulsione precedente di un loro giocatore per doppia ammonizione , entra in area piccola il numero4 , lo affronta il nostro centrale Iaconiello , si lascia cadere l’avversario e per l’arbitro è rigore .
Va dagli undici metri il loro numero 7 , fischia il direttore di gara , tira il giocatore , si tuffa d’istinto sulla sua sx Raimond , palla che si insacca sul fianco opposto 1 pari.
Ora , come già marcato prima , tutto è nuovamente rovesciato .
Finisce senza più nessuna nota di merito la partita a Sommariva sul punteggio di parità , con speranze nette di salvezza da parte del padroni di casa , termina 2 a 4 a Genola in favore degli ospiti del Roero .
Quindi i punti di distanza si sono ridotti a +5 a favore dei gialloblù, con quattro gare da disputare.
Ora niente paura , il margine di sicurezza , anche se dimezzato in sole due partite , è ancora palpabile  ed ottimizzabile a nostro favore , basta stare concentrati , essere sul “pezzo” ad ogni partita , giocare ragazzi , giocare a palla come avete dimostrato di saperlo fare fin’ora , il resto lo farà la voglia di sapere di essere credibili .
È come diceva il grandissimo Jonh Belushi : quando il gioco si fa duro , i duri cominciano a giocare .