Una sola Squadra in campo OLIMPIC SALUZZO

Si Signori , come si legge nel titolo , a Pollenzo sul campo dello SportRoero c’è stata una sola squadra di calcio , l’Olimpic , senza volere essere arroganti , ma sportivamente realisti , i giocatori avversari , tutti , panchina compresa e , purtroppo per loro , in primis il proprio allenatore , non hanno dato dimostrazione di buona “educazione” sportiva.

Fin dall’inizio gli avversari hanno cercato di portare la gara su di un livello rissoso , provocando i nostri ragazzi , intimorendo il Direttore di gara , sobillati dal mister in panchina che invece di portare la partita su livelli di buon senso inveiva più volte all’indirizzo dei nostri tesserati , che mai , anche nel momentaneo svantaggio hanno perso la testa .
Risultato ? L’atteggiamento scorretto dei Roerini gli si è ritorto  col rischio di finire l’incontro prima del tempo regolamentare per troppi giocatori espulsi. Infatti  ben tre di loro nel giro di pochi minuti ha raggiunto in anticipo la porta degli spogliatoi . Non domi hanno continuato , tutti , panchina e dirigenti ad intimorire l’arbitro , il quale si è visto costretto , a fine gara , a richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine .
Ma veniamo alla partita giocata.
Il nostro Mister , il Conducator Zaino Vittorio , non cambia : 3-5-2.
Petrushji, Strumia-Iaconiello-Fenoglio (c), Costa-Martino-Dao-Rinaudo-Telamone, DaCosta-Bordino. In panca: Dalmasso,Forgia,Tola,Bergesio,Chiappero,Dalbesio,Lingua.
La partita , inutile rimarcarlo , è nervosa , gioco spezzettato , maschia al limite .
Le azioni sono sovente interrotte dal fischio dell’arbitro ed un gioco vero e proprio , da entrambe le parti , non lo si riesce a sviluppare , se non si segnala un bel tiro dalla dx dell’area grande da parte di Rino, ed alla mezz’ora della prima frazione arriva il momentaneo vantaggio avversario.
Punizione da fuori area per i padroni di casa , tira un sinistro di collo pieno il loro n^8 che va ad incocciare sulla nuca del nostro capitano Fenoglio , che senza colpa da alla sfera una traiettoria che spiazza Petrushji, autogol.

Palla al centro , un po’ di batti e ribatti poi Rinaudo , siamo al 40″ sempre del primo tempo , scodella per Sulley un’invitante assist sulla linea dell’area grande , questi s’invola , ma il  difensore avversario lo atterra , rigore.

Si porta sul dischetto Fenoglio , fischia l’arbitro , parte il capitano , rete , uno pari.
Pausa e visto il caldo anomalo si va a refrigerarsi negli spogliatoi , ascoltando i consigli tattici del mister.
Consigli positivi , consigli pacati , consigli costruttivi , che differenza di stile in pochi metri di distanza tra la nostra panchina e la loro .
Secondo tempo , rigenerati i nostri , confusionari loro , ed il buon momento porta al secondo gol gialloblù.
Viene atterrato , in piena area piccola dal loro portiere , Bordino , ci sarebbero gli estremi da ultimo uomo , ma non se la sente , giustamente , il direttore di gara di compromettere definitivamente la partita e si limita a concedere il secondo rigore per gli Oratoriani.
Ecco di nuovo dagli undici metri il nostro capitano , tiro , rete , bravo Stefano gran bel modo per fare dimenticare l’autogol , anzi , chi se lo ricorda più. 2 a 1.
A compromettere la partita ci pensano gli stessi giocatori del Roero , giocano ormai alla caccia all’uomo , così che in 10 minuti si fanno mettere fuori ben tre uomini .
Non reagiscono alle provocazioni i nostri , provvede con lucidità agonistica Zaino ad apporre sostituzioni adeguate al risultato : entra Dalbesio per DaCosta (30″s.t) Lingua per Iaconiello(35″) Chiappero per Rinaudo(35″).

Rullo compressore l’Olimpic , Bordino da posizione super , ma in pieno acido lattico calcia fuori , poi Costa trova un rimpallo favorevole scende sulla dx davanti al portiere , calcia a colpo sicuro , ma devia un loro terzino , e allora nuova azione e Camillo(38″) imbeccato da Dao riceve palla sulla tre-quarti , collo pieno 3 a 1 , finita , no non è così.

Palla al centro attacco all’arma bianca dei Roretini ed arriva la rete del 3 a 2 .
Ora l’Olimpic si scompone un po’ (in gergo tennistico si dice che ti viene il “braccino”) sono , tra tempo regolamentare e recupero dieci minuti di paura , ma poi l’arbitro decreta la fine delle ostilità ed i ragazzi possono finalmente fare festa , tutti quanti , in centro al campo .
Sono sei le partite che mancano alla fine di questo splendido campionato ed 11 i punti di distanza dallo SportRoero ( martedì però lo Sport recupera sfida casalinga con lo Scarnafigi).
Quindi le prospettive sono più che allettanti, ma non si molla niente .
Grazie ragazzi , grazie Mister , BRAVI TUTI!
Ora buona Pasqua ed appuntamento a domenica 3/04 ore 15 sul campo amico del Domenico Savio , ospite lo Scarnafigi .