Olimpic Saluzzo – Pino Torinese 4 -3


Olimpic Saluzzo:

Tuninetti, Bonetto, Cetera, Bindolo, Levrini, Barbero, Quaglia, Salvai, Strobino, Primolo, Testa

A disposizione:

Torre, Martini, Errabihi, Fugiglando, Failla, Tomatis, Orsi.

Marcatori:

Testa, Orsi, Primolo (2).

L’incontro tra l’Olimpic Saluzzo e il Pino Torinese era fondamentale per definire la pretendente alla vittoria finale del torneo di qualificazione al campionato regionale.

Ne è scaturita una bella partita sia sotto l’aspetto tattico che sotto l’aspetto tecnico con giocate pregievoli da parte dei contendenti, il risultato finale ha però determinato una totale parità tra le due squadre negli scontri diretti.

La differenza reti finale (che attualmente è favorevole ai gliallo blu) stabilirà la vincente, sempre che ambedue le formazioni continuino la loro striscia positiva con Pro Dronero e Luserna.

Partono bene i nostri ragazzi ma a passare in vantaggio sono gli ospiti su calcio d’angolo.

I saluzzesi riagguantano il risultato con una incornata di Testa su corner e continuano a pressare i torinesi, diverse sono le occasioni da gol mancate, la più clamorosa a pochi minuti dal termine quando Strobino colpisce la traversa direttamente su punizione e sulla ribattuta Primolo manca un facile tap in di testa.

Il secondo tempo si apre nuovamente con il vantaggio del Pino sempre su palla inattiva e con l’Olimpic a inseguire.

Il pareggio è una invenzione di Orsi (nel frattempo subentrato a Quaglia) che semina avversari in dribbling e piazza la palla in modo imparabile.

I giallo blu passano finalmente in vantaggio con Primolo, anche lui sfrutta al meglio una punizione calciata dal limite.

Genova cerca di mantenere la squadra “fresca” cambiando diversi effettivi, entrano Errabihi, Failla Tomatis, Martini

La partita sembra in pugno ma gli ospiti non ci stanno e si riversano in attacco, fioccano le occasioni da gol da entrambe le parti ma è nuovamente su calcio fermo che il Pino raggiunge il pareggio.

Quando tutto sembra definito Primolo vede il portiere avversario fuori dai pali e si inventa un tiro da oltre 30 metri che chiude la contesa.

Grande festa in campo e sugli spalti.

Come detto la partita è stata avvincente e tutte e 2 le squadre hanno dimostrato di meritarsi la qualificazione.

Un plauso particolare va ai 2 esterni bassi, Bonetto e Levrini, che in questo avvio di stagione stanno molto ben interpretando il loro ruolo, sempre attenti in fase difensiva e pronti a rilanciare l’azione con rapidi contropiede.

Mister Genova, raggiunto telefonicamente, ha elogiato lo spirito di squadra soprattuto ben interpretato da quegli elementi come Torre, Bodello, Veglia e Fugiglando che sebbene non chiamati in causa nella contesa hanno incitato e festeggiato con i compagni la bella vittoria.