Allievi Fascia B 2002 Regionali. Una vittoria per ripartire.

Settimana molto difficile quella appena trascorsa per i ragazzi dell’Olimpic 2002: dopo le prestazioni nettamente al di sotto delle aspettative delle ultime due partite (sconfitta netta, 1-5, a Mirafiori e altra sconfitta, di misura, 0-1, nell’ultimo incontro del girone d’andata, in casa contro il Bacigalupo), mister Fasano ha rassegnato infatti le dimissioni, nella speranza di dare una scossa alla squadra. A Egidio Fasano vanno i più sentiti ringraziamenti di tutte le componenti della società, dirigenza, genitori, giocatori, per l’impegno e la passione profusi in questi mesi.

La conduzione tecnica è stata affidata al nuovo allenatore Giorgio Fraire.

L’auspicata svolta, in effetti, c’è stata: il primo match del girone di ritorno, contro il San Giacomo di Chieri, ha infatti visto l’affermazione per 3-1 dei gialloblu, al termine di una partita tesa e combattuta, ricchissima di colpi di scena e di emozioni, ma conclusa con una prestazione senza risparmio da parte dei ragazzi di casa, che ora sono saliti a 10 punti in classifica, a sole 4 lunghezze dalla salvezza, traguardo nel quale tutti devono fermamente credere.

Mister Fraire schiera una formazione con il 4-3-1-2, affidando a Manni il ruolo di rifinitore dietro le due punte Montano e Calzia. Il match, nei primi minuti, è estremamente equilibrato, le squadre si equivalgono (all’andata il confronto terminò 3-2 per il San Giacomo, con molti rimpianti dei saluzzesi, svegliatisi troppo tardi).

Il primo squillo è degli ospiti, con la conclusione alta, al 5’, di Toffanello. Poco dopo lo stesso numero 10 del San Giacomo si presenta solo davanti a Zaje (ottima la prova del numero 1 di casa), che lo ferma con un intervento ai limiti della regolarità: il giocatore era peraltro partito in netto fuorigioco, non rilevato dall’incerto direttore di gara. Sull’altro fronte Montano conclude da ottima posizione all’11’, ma il suo tiro è contrato da un difensore all’ultimo momento.

Al 13’ la svolta del match: Calzia, lanciato in contropiede punta la porta; Bigliardi, portiere del San Giacomo, ferma l’avversario fuori area. Con il corpo, secondo gli ospiti, con la mano secondo l’arbitro: punizione dal limite e rosso per il numero 1 chierese. Entra D’Amico per D’Agostino. Calcio di punizione conseguente battuto da Manni: D’Amico respinge, Montano scaraventa in rete il vantaggio dell’Olimpic.

Sulle ali dell’entusiasmo il numero 9 di casa va due volte vicinissimo al raddoppio: prima con una gran girata respinta con bravura dal portiere avversario, quindi con un destro da posizione defilata che termina sull’esterno della rete.

Il San Giacomo si riscuote e reagisce con orgoglio, superando con la grinta l’inferiorità numerica. Natoli conclude in diagonale sul fondo al 26’, mentre il tiro di Toffanello al 30’ è bloccato senza problemi da Zaje.

Al 34’ è Minja, su azione d’angolo, a impattare di testa: la sfera finisce sul fondo non di molto.

Al 40’ azione stupenda di Calzia, coast to coast alla Weah: recuperata palla al limite della propria area, il numero 10 di casa si fa tutto il campo, lasciando sul posto gli avversari che vanamente lo inseguono. Affronta anche il portiere, lo aggira e D’Amico lo aggancia. A norma di regolamento, fallo da ultimo uomo e rosso diretto. Il direttore di gara non se la sente però di punire ulteriormente gli ospiti: rigore indiscutibile e giallo per D’Amico. Il rigorista Primolo ha sbagliato un penalty contro il Bacigalupo: va perciò a battere Manni. Il tiro è angolato, ma non forte abbastanza, D’Amico devia con bravura. Il primo tempo termina così con il minimo vantaggio per l’Olimpic.

La seconda frazione di gara è combattutissima ed emozionante: il San Giacomo non sembra in inferiorità numerica e dà il tutto per tutto per pareggiare; i ragazzi di Fraire rispondono colpo su colpo, senza risparmiare energie. All’11’ Natoli conclude alto di poco, mentre al 15’ Zaje para la conclusione di Lanza.

Al 22’ Colacchio, lanciato in contropiede, entra in area dove subisce il durissimo intervento di D’Amico: altro penalty indiscutibile e, di nuovo, l’arbitro che grazia il numero 12 ospite, non prendendo provvedimenti.

Il rigore di Primolo questa volta si insacca, anche se il portiere avversario tocca il pallone. 2-0, ma partita tutt’altro che finita. Il San Giacomo continua, infatti, ad attaccare, l’Olimpic trova praterie per le ripartenze: al 26’ Montano vede respinto da D’Amico il proprio tiro a colpo sicuro, riprende Calzia, ma la sua conclusione è deviata da un difensore. Un minuto dopo Zaje blocca in uscita una pericolosa azione degli ospiti, mentre al 28’, ancora Calzia va al tiro, parato.

Il finale è, a dir poco, convulso (il match termina al 46’). Al 37’ Solaro conclude alto su angolo. Al 40’ nuovo contropiede di Calzia, che questa volta riesce a superare anche D’Amico e a insaccare il 3 a 0. Passa solo un minuto e Natoli, aggirando la difesa di casa, insacca nell’angolino l’1 a 3. Al 42’ viene espulso Primolo per somma di ammonizioni. Riacquistata la parità numerica, il San Giacomo si getta all’attacco e solo una paratona di Zaje al 43’ nega il secondo gol agli ospiti.

Molti ragazzi di casa terminano l’incontro in preda ai crampi, segno che hanno dato tutto per portare a casa tre fondamentali punti per la loro classifica.

Sabato prossimo altro scontro diretto per la salvezza, sul difficile campo del Carmagnola.

Tabellino.

Olimpic Saluzzo – San Giacomo Chieri 3-1 (p.t. 1-0)

Reti.

Pt.: 14’ Montano (O).

S.t.: 22’ Primolo (O) rig.; 40’ Calzia (O); 41’ Natoli (SG).

D’Amico (SG) para al 40’ p.t. il rigore di Manni (O).

Ammoniti: 39’ p.t. Primolo (O); 40’ p.t. D’Amico (SG); 15’ s.t. Manni (O); 44’ s.t. Abrate (O).

Espulsi: Bigliardi (SG) 13’ p.t.; Primolo (O) 42’ s.t.

Olimpic Saluzzo
All. Giorgio Fraire.

Zaje, Primolo, De Tullio (15’ s.t. Sellini), Cetera, Minja, Verano, Colacchio (24’ s.t. Abrate), Boggetti, Montano (40’ s.t. Bonagemma), Calzia (42’ s.t. Casagrande), Manni (37’ s.t. Alberti).

A disp.: Nikollaj.

San Giacomo Chieri
All. Marco Vasile

Bigliardi, Bonardo (38’ s.t. Barovero), Zurzolo, D’Agostino (13’ p.t. D’Amico), Scaturro, Solaro, Lanza, Bacco, Turano, Toffanello (18’ s.t. Ghironi), Natoli.

A disp.: Achino, Dileone.