Buona anche la seconda!


Dopo la sonante vittoria di Tarantasca contro il Busca, il nuovo Olimpic Saluzzo 2002 si presenta ai propri tifosi, al campo San Domenico Savio, affrontando il Genola, nella seconda giornata del Campionato provinciale Giovanissimi.

Partita apparentemente senza storia ma, in realtà, con molte cose da raccontare.

Otto gol fatti, zero tiri in porta degli avversari, due salvataggi sulla linea, un palo, almeno altre dieci grosse occasioni da rete per i gialloblu, contro una formazione che presenta al via 7 2003 e 7 2002.

Il primo tempo è giocato dai saluzzesi con grande grinta e la giusta determinazione e dà i suoi frutti: al primo minuto Calzia si presenta solo davanti al portiere, ma la conclusione è sul fondo. Al 2′, sugli sviluppi di un tiro d’angolo, Boggetti, alla fine il migliore in campo, conclude nell’angolino con un gran destro dal limite e sblocca il risultato, che Calzia raddoppia dopo soli due minuti. Il Genola tenta una timida reazione e un traversone a centro area crea qualche problema alla difesa di casa, ma nessun attaccante ospite è pronto alla conclusione.

All’11’ la terza rete, del centravanti Montano, dopo una caparbia azione personale. Passano dieci minuti di costante pressione: Manni cerca più volte la rete, ma è sfortunato (nella ripresa colpirà un clamoroso palo). Al 21′ la realizzazione più bella: ancora su azione d’angolo, la difesa bianco – azzurra respinge corto, Cetera si coordina e, di destro, insacca al volo sotto la traversa.

Passa un minuto e Colacchio (di lì a poco costretto a uscire per infortunio) entra in area ed esplode un destro che centra la parte interna della traversa: forse cade già oltre la linea, ma, per sicurezza, Calzia insacca: una rete in cooperazione!

Cinque gol al termine di una frazione totalmente dominata.

Al 4′ del secondo tempo l’episodio che potrebbe cambiare il match: l’arbitro fischia un fallo di Cetera a centrocampo: al numero 4 dell’Olimpic scappa qualche parola di troppo e il direttore di gara lo caccia, rosso diretto.

Rimasti in dieci i giocatori saluzzesi si riorganizzano: Calzia e Alberti arretrano sulla linea di centrocampo, mentre il Genola prende coraggio e cerca di affacciarsi nella metà campo avversaria, senza però creare grattacapi a Beoletto; Piacenza e Verano non concedono occasioni alla punte del Genola.

Ed è ancora Calzia a dare sicurezza ai suoi: presa palla nella trequarti avversaria, salta in velocità mezza difesa e calcia con forza a rete. È il 6 a 0 che garantisce tranquillità all’Olimpic, che realizza altri due gol, ancora con il numero 10 al 15′ e grazie ad una autorete provocata da una efficace incursione in area di Paloka, al 30′.

L’incontro termina così 8-0. La terza giornata vedrà l’Olimpic riposare mentre, alla ripresa degli incontri vi sarà la trasferta di Marene, con un centrocampo da ripensare, vista la squalifica di Cetera, uno dei giocatori più in forma.

Olimpic Saluzzo.

Allenatore Egidio Fasano

Beoletto (Roca); Ghirardotto, Minjia (Casagrande), Verano (De Tullio), Piacenza; Colacchio (Alberti), Boggetti, Cetera; Manni (Paloka); Montano (Bonagemma), Calzia.

Genola.
Allenatore Dario Pepino

Turco; Somale, Montalbano, Levet, Ottaviano, Becchio; Dolce, Pepino, Mana; Pautassi, Galvagno.

Entrati in corso di partita: Grasso, Bonavia, Arduino,

Tabellino.

Olimpic Saluzzo – Genola 8-0

Primo tempo:

2′ Boggetti; 4′ Calzia; 11′ Montano; 21′ Cetera; 22′ Calzia

Secondo tempo:

10′ e 15′ Calzia; 30′ aut. Arduino

Espulso Cetera (O) 4′ s.t.