Con le squadre di Savigliano la rivalità è sempre stata molto accesa ed  espugnarne un campo è sempre una bella soddisfazione anche se l’agonismo, vista la giovane età dei protagonisti, è stato a tratti forse eccessivo.

Parte bene l’Olimpic che nel primo tempo si “mangia” letteralmente 2/3 palle gol ma passa comunque in vantaggio con  Testa bravo a sfruttare una disattenzione difensiva.
Nel secondo tempo i primi cambi e il Footbal Club Savigliano dimostra una maggiore forza fisica che si traduce in una pressione costante, il pareggio arriva grazie ad una bella punizione che sorprende l’estremo difensore dell’Olimpic. 
L’Olimpic opera di rimessa ed in uno di questi contropiede Levrini viene atterrato in area, rigore magistralmente battuto da Strobino che riporta i nostri in vantaggio.
I ragazzi del Savigliano non si demoralizzano e continuano a macinare gioco, il pareggio arriva con un colpo di testa su calcio d’angolo, non impeccabile la difesa saluzzese. 
Si riprende e, come da precedente copione, Levrini viene nuovamente steso in area, Strobino cambia angolo ma il risultato è il medesimo, gol e 2 a 3.   
Il terzo tempo è molto combattuto e il Savigliano ha la sfortuna di colpire 3 legni di cui uno su rigore e uno con un bellissimo tiro da fuori su cui Tuninetti nulla avrebbe potuto.
Visto il numero di giocatori di ambedue le squadre si svolge ancora un quarto tempo (non valido ai fini del risultato finale) per far giocare a tutti un buon numero di minuti.
Il Football Club Savigliano ha messo in campo un’ottima squadra, ben dotata fisicamente e tecnicamente, i nostri ragazzi, reduci dalla bella vittoria al torneo della Pietra di Bagnolo, hanno dovuto sudare le fatidiche sette camicie per portare a casa il risultato.
Inizia quindi bene il campionato per i ragazzi di mister Genova ma, in considerazione di quanto si è visto in campo in alcune occasioni, si dovrà lavorare a fondo sulla tattica per trovare i giusti equilibri in tutti i reparti.
Sabato prossimo appuntamento casalingo con la Caramagnese.