Dopo aver accarezzato il sogno dei Regionali, sfumato per sfortuna, non certo per demerito, i Giovanissimi 2002 dell’Olimpic Saluzzo di Zaino e Fasano si rituffano nel Campionato Provinciale, con l’intenzione di andare più avanti possibile.

L’inizio non è certo facile: l’incontro con il Busca si disputa, infatti, su un terreno molto fangoso, causa la pioggia torrenziale dei giorni scorsi. In più, l’Olimpic lamenta molte defezioni: ai lungodegenti Montano, Ghirardotto e Roca, si aggiungono infatti le squalifiche di Calzia e Verano, mentre Piacenza gioca non al meglio della condizione. La squadra è rinforzata dalla presenza di quattro elementi classe 2003.

Mister Zaino schiera un 4-3-3 sulla carta aggressivo, anche se privo, in avanti, della devastante velocità di Calzia, autore, nella prima fase del Campionato, di ben 19 reti. I ragazzi di entrambe le squadre danno vita ad un incontro combattutissimo e, se non bello tecnicamente, agonisticamente apprezzabilissimo.

Parte meglio il Busca, che spinge per i primissimi minuti, anche se non riesce mai a concludere pericolosamente verso la porta di Beoletto. Pian piano, però, escono fuori i gialloblu di casa, che iniziano a spingere con costanza e creano problemi alla difesa ospite, soprattutto su palla inattiva.

Al 15’ l’Olimpic passa in vantaggio: su angolo ben battuto da Manni, lo specialista Piacenza (autore ancora una volta di un match splendido, in difesa come in attacco) irrompe e insacca sotto la traversa.

Sull’onda del vantaggio, la squadra di casa continua a spingere e, una manciata di minuti dopo, trova il raddoppio: De Tullio offre un saggio della specialità della casa e insacca una punizione da 30 metri. Zaje tocca, ma la sfera incoccia nel palo ed entra in porta.

Gli ospiti tentano di reagire e quattro minuti dopo usufruiscono di un calcio di rigore, a molti apparso dubbio: il capitano Ponsi angola però troppo e calcia sul fondo.

La ripresa vede ancora costantemente in attacco la squadra di casa, sempre pericolosissima sugli angoli: all’11 Cetera riprende proprio una corta respinta della difesa del Busca, dopo un corner, e realizza di sinistro il classico gol dell’ex. Partita finita? No, perché gli ospiti non si arrendono e un solo minuto dopo Silvestro (il migliore dei suoi), forse partito in leggero offside, segna con uno splendido esterno destro, imparabile per Beoletto.

L’incontro a quel punto si accende: il Busca spinge per accorciare ulteriormente le distanze, l’Olimpic parte in contropiede: proprio una perfetta ripartenza mette Boggetti a tu per tu con il portiere ospite. Il tocco di esterno del capitano di casa sembra ben indirizzato, ma esce di un nonnulla.

Sull’altro fronte, Primolo e Silvestro si contendono un pallone al limite dell’area dell’Olimpic: il numero 7 ospite entra molto duramente, il centrale di casa reagisce rischiando il rosso. L’arbitro decide per un doppio giallo, fra le proteste della panchina del Busca.

A cinque minuti dal termine Piacenza subisce un brutto intervento a centrocampo ed è costretto a uscire; né l’Olimpic, che controlla, né il Busca riescono più a rendersi pericolosi e il match termina sul 3-1.

Domenica prossima seconda giornata e insidiosa trasferta a Dronero per l’Olimpic, che vedrà però rientrare alcuni almeno dei giocatori lunedì assenti.

Giovanissimi 2002. Campionato provinciale.

Girone B. Prima giornata.

Olimpic Saluzzo – Busca 3-1 (primo tempo 2-0).

Reti.

P.t.; 15’ Piacenza (O); 21’ De Tullio (O)

S.t.: 11’ Cetera (O); 12’ Silvestro (B)

Amm.: p.t. Colacchio (O); s.t. Primolo (O); Silvestro (B).

Olimpic Saluzzo.
Allenatore Vittorio Zaino.

Beoletto (Gallesio); Colacchio, Minija, Primolo, Piacenza (Blengino); Cetera, Paloka, Boggetti; Manni (Bonagemma), Alberti, De Tullio (Nikollaj).

A disposizione: Casagrande, Borghino, Torre.

Busca.

Allenatore Sergio Saimandi.

Zaje; Binello, Giletta, Sanfilippo, Pellegrino, Kurti; Silvestro, Bosio, Riba, Ponsi, Qahjaj.

A disposizione o entrati in corso di gara: Gaggioli; Minini, Angaramo, Carapella, Delfino, Dutto, Dika.