Fondamentale vittoria quella ottenuta dall’Olimpic Saluzzo sull’ostico campo della Pro Dronero nella seconda giornata d’andata del Campionato provinciale di Cuneo, girone B. Fondamentale per un cammino che, si spera, porti, per il momento, alla vittoria del girone. Fondamentale anche perché difficilissima.

Il film della partita racconta infatti di un pareggio che sarebbe probabilmente stato il risultato più giusto e che solo un grandissimo Beoletto ha negato, mantenendo inviolata la sua porta con alcuni interventi pregevoli e un paio decisivi.

Si gioca su un campo molto allentato dalla pioggia dei giorni scorsi e l’Olimpic, più tecnico, fa fatica ad adattarsi. La Pro, molto dotata fisicamente nella maggior parte dei propri giocatori, macina fango e gioco.

Entrambe le squadre sono prive del centravanti titolare: all’Olimpic manca Montano (oltre a Ghirardotto e Bonagemma) e l’assenza dei muscoli del numero 9 si fa sentire. Alla squadra di casa viene a mancare all’ultimo momento il giocatore più temuto, Hamed Kone, ma la formazione in maglia rossa pare non risentirne. È l’Olimpic a fare la partita e cercare di attaccare con continuità, ma è la Pro Dronero a creare le occasioni migliori, grazie alla splendida partita di Kader Kone, che gioca in difesa, a centrocampo e in attacco ed è praticamente immarcabile. Molto bravo anche Bergia sulla fascia destra.

Al 10’ Vlad conclude da due passi a Beoletto battuto, ma alza la sfera sopra la traversa. L’Olimpic si rende pericoloso con due calci di punizione di De Tullio, il secondo ben respinto da Falletta. Negli ultimi minuti del primo tempo la squadra di casa va due volte vicino alla rete: al 32’ è Collo a colpire di testa su angolo, Beoletto blocca a terra con bravura. Al 35’ una punizione di Kone, diretta sotto la traversa, è deviata in angolo con uno splendido intervento dal numero 1 saluzzese. Il tempo termina con uno 0-0 che sta stretto alla Pro.

Pro che si aggiudica, dunque, ai punti, la prima frazione di gioco, Olimpic che gioca invece un gran secondo tempo e vince la partita.

I ragazzi ospiti, spronati nello spogliatoio dai propri allenatori, entrano in campo con tutt’altro piglio e passano subito in vantaggio: al 1’ Colacchio, ricevuta palla al limite dell’area, salta il diretto avversario con un colpo di testa e, con un altro, scavalca il portiere in uscita. Passano solo due minuti e Kone si fa mezzo campo saltando tutti gli avversari che lo affrontano, conclude con grande potenza, ma Beoletto compie un altro grandissimo intervento e devia in angolo.

Le occasioni fioccano, da tutte e due le parti: all’8’ è Bergia a sfiorare la traversa con un gran destro; al 15’, sull’altro fronte, Alberti costringe il portiere di casa alla respinta a terra.

Trascorrono quattro minuti e Calzia compie una autentica prodezza siglando il raddoppio degli ospiti: il lancio che riceve in area di rigore è troppo lungo, un difensore controlla la palla e favorisce l’uscita del portiere; ma prima che Falletta blocchi la sfera, il numero 10 gialloblu si infila fra i due e, in scivolata, arpiona il pallone scavalcando l’estremo difensore avversario. È il ventesimo gol di Mattia Calzia dall’inizio del Campionato!

La partita è virtualmente chiusa, ma non mancano ulteriori emozioni: prima è Manni a sfiorare la terza rete, costringendo Falletta alla parata; quindi sono Collo e Kone a concludere due volte pericolosamente a lato della porta di Beoletto. Al 35’ Cetera conclude dal limite ma il tiro è deviato in angolo. L’incontro, tiratissimo, si conclude così sul 2-0 per gli ospiti.

Domenica prossima l’Olimpic affronterà in casa, nella terza giornata, il Genola.

Giovanissimi 2002. Campionato provinciale.

Girone B. Seconda giornata.

Pro Dronero – Olimpic Saluzzo 0-2 (primo tempo 0-0).

Reti.

S.t.: 1’ Colacchio (O); 19’ Calzia (O)

Amm.: p.t. Kader Kone (P), Piacenza (O); s.t.: Minija (O).

Pro Dronero

Allenatore Riccardo Lingua

Falletta; Bamba, Mandrile, Kader Kone, Ettahery, Bergia; Balma, Togola, Vlad, Doda, Collo.

Entrati in corso di gara: Peraj, Martino.

Olimpic Saluzzo.
Allenatori Vittorio Zaino ed Egidio Fasano.

Beoletto; Primolo, Minija, Piacenza, Verano; Colacchio, Cetera, Boggetti; De Tullio (Manni), Alberti (Paloka), Calzia.

A disposizione: Roca, Casagrande, Nikollaj.