Villafalletto vs Olimpic Saluzzo 1-3


Buongiorno ai nostri lettori , ebbene si , oggi il titolo di inizio articolo non è per nulla esagerato.
Ieri sul campo difficilissimo del Villafalletto , mai prima sconfitto in casa , e’ stato teatro di una gara , in modo particolare i primi 45″ minuti di gioco , di una prestazione , da parte dei nostri “eroi” di categoria superiore.
Il Generale Massimo Decimo Meridio , al secolo Vittorio Zaino , ha preso per mano tutti i 18 suoi ragazzi , fin dal riscaldamento iniziale , con un “lavoro” mentale ed umano , andando a toccare ad uno ad uno le giuste “corde” dell’orgoglio e coraggio atletico e trasformandoli , ripeto , tutti e 18 , in autentici Gladiatori , pronti ognuno alla chiamata del loro Generale.
E veniamo alla disputa.
Parte il Conducator , con mai come oggi necessario , visto le ridotte misure del rettangolo di gioco :3-5-2 , quindi tra i pali l’elegante Petrushij , in difesa l’insormontabile Iaconiello , la sicurezza fatta uomo  capitan Fenoglio , il tenace Strumia , esterno sinistro l’Iron-man Telamone , esterno destro il solido Costa , in mezzo al campo il funambolo Lingua , il capace Rinaudo , l’estroso Martino , ad attaccare il mai domo DaCosta , il bomber Bordino. Si siedono in panca il generoso Dalmasso , l’intrepido Dalbesio , il temerario Tola , il costante Dao , il talentuoso Forgia , il giovane Gullino , l’umile Bruno.
Si parte accorti , subito gran ritmo , con improvvise accellerazioni da entrambe le parti.
Loro squadra “tosta” che non concede spazi e non permette distrazioni , i nostri lo sanno e giocano un calcio fatto di attenzione , sempre richiamati da mister Zaino , pronto a riprendere ogni piccola sbavatura.
Al 5″ del primo , prova la mira DaCosta con un tiro a palombella dalla metà-campo , ma il loro portiere e’ bravo a togliere la palla dall’incrocio dei pali.
Era solo l’anticipo del gol , che sempre il nostro “coloured” da li a poco sarebbe andato a fare.
Rinvio con le mani  di Rinaudo , che fa diventare ogni fallo laterale , una minaccia in area piccola avversaria , batti e ribatti sul portiere , prima Iaconiello , poi Bordino , non trattiene il portiere arriva Sully che di cattiveria da posizione ravvicinata insacca 1 a zero.
Subiscono la botta gl’avversari , lo sentono i nostri , non mollano , anzi accelerano le giocate con cambi di direzione continui ed al 25″ sempre del primo arriva il raddoppio.
Palla che da lingua trova sulla fascia Costa , questi sulla corsa salta un’avversario in area piccola , alza lo sguardo e scodella un pallonetto sulla testa dell’accorrente Bordino , che non si sbaglia e gonfia la rete “nemica” 2 a zero. 
Nel finale di frazione c’è da segnalare un brutto incidente al nostro Telamone , in fase di gioco viene spinto da posteriori in modo esagerato dall’avversario , che fa sbattere violentemente il “Tela” contro i cartelloni pubblicitari , collocati troppo vicino alla linea laterale . Uscirà il ragazzo ( sostituito da Forgia) ed al pronto soccorso gli verranno apportati sul viso 6 punti di sutura.
Si va negli spogliatoi dove mister Zaino trova parole di sincero elogio per la bravura di gioco messo in atto dagli Oratoriani.

La gara riparte con i padroni di casa determinati a non arrendersi , ed infatti 15″ del secondo accorciano le distanze . 

Tiro loro da fuori area , angolato , vola a prenderlo Raimond , ma il rinvio e’ corto , sopraggiunge il loro capitano , che nel calciare si farà male ( crampo) , ed insacca.
Ma oggi L’Olimpic e’ veramente invincibile e risponde dopo appena 4 minuti con il terzo sigillo .
Di nuovo un fallo laterale , di nuovo il capace Rinaudo , oggi vera spina nel fianco avversario , proietta la palla lunga a scavalcare tutti , di nuovo la testa di bordino , et voila’ 3 a 1 .
Chiama subito fuori il bomber il nostro Conducator , esce tra gli applausi Alex , e lo sostituisce Dalbesio ( 22″s.t.) entrando subito in partita , creando subito panico tra le fila nemiche , dando ossigeno alla nostra retroguardia , così da poter portare con lucidità a termine l’impresa.
Al 25″ , sempre del secondo t. entra Dao per Lingua , ed il suo gioco fatto di passaggi calibrati e di interventi precisi , permette di portare a termine con successo il lavoro di tutta la Squadra , oggi non mi stancherò di ripeterlo , in grande spolvero.
Cosa dire , se non che con ieri si è conclusa l’andata e che in settimana , esattamente giovedì , alla fine dell’allenamento il saggio Zaino ha radunato in cerchio in mezzo al campo tutti i suoi ragazzi , sottolineando il fatto che se domenica ( cioè ieri , ndr , ) si fosse andati a fare risultato a Villafalletto , cosa poi avvenuta , si sarebbe messa la “cornice” ad un quadro fin ora dipinto in modo egregio.
Bene Mister , come sempre hai saputo cogliere il giusto , hai saputo “leggere” in anticipo cosa sarebbe andato a succedere .
Ora a nome di tutto il movimento OLIMPIC , mi permetto di dirti che aspettiamo la firma d’autore a fine stagione . CHAPEAU !