Una settimana decisamente impegnativa per i giovani calciatori saluzzesi che poteva nascondere preoccupanti insidie vista la qualità degli avversari che si andavano ad affrontare.
I ragazzi hanno dimostrato ottime doti tecniche, tattiche e grande determinazione, i risultati sono stati netti e le vittorie praticamente mai in discussione.
Forse più equilibrata la partita di giovedì con la “Giovanili Calcio S.C.”, solo nel terzo tempo con 2 gol di Failla, che facevano seguito ad una realizzazione di Testa nel primo tempo, il risultato è stato messo in cassaforte.
Due gli episodi da segnalare, una grande parata di Tuninetti nel secondo tempo e il fair play di Levrini che faceva notare all’arbitro che il fallo da rigore, rigore che era stato concesso all’Olimpic, era in realtà un intervento regolare. 
La partita di vedeva come avversario la Benese, forse l’avversario che più aveva impensierito i nostri ragazzi, l’andata si era infatti conclusa con un rocambolesco 4-3.
Partono forte i ragazzi di casa e mister Genova si vede immediatamente costretto a cambiare i ruoli sulla fascia destra per contenere l’ala avversaria che tanti danni aveva fatto all’andata. 
Bonetto, più rapido,  scala in difesa e Barbero viene avanzato come laterale alto. La scelta è azzeccatissima, Bonetto gioca forse la sua miglior partita e Barbero non lo fa rimpiangere in fase offensiva.
Il primo tempo si chiude con un perentorio 0-2, in gol i soliti Testa e Levrini, particolarmente bella la seconda realizzazione con tocco morbido di destro di Levrini lanciato di tacco da Testa.
Nel secondo tempo vengono effettuati i primi avvicendamenti e la partita non vive particolari emozioni, l’Olimpic controlla e non riesce a concretizzare alcune belle azioni, la più ghiotta di queste capita però sui piedi del centravanti della Benese che si divora con un tiro centrale e fiacco, tranquillamente parato da Tuninetti, un gol praticamente fatto. 
Nel terzo tempo i saluzzesi trovano la rete delle tranquillità con Tomatis bravo a sfruttare un cros di Failla autore di un’azione personale e insistita sulla fascia.
Continua a crescere questa squadra, si sono visti veramente sprazzi di bel gioco, la difesa è serena e spesso riesce ad uscire palla al piede anche da situazioni complicate, il centrocampo lotta su ogni pallone e grazie alle buone doti tecniche riesce a fornire agli attaccanti innumerevoli palle gol che spesso vengono concretizzate.
Sabato si affronterà l’Atletico Racconigi, sin’ora unica squadra non battuta dall’Olimpic ma che era parsa decisamente alla portata.