CHE RAMMARICO !


Buongiorno cari lettori , finalmente un risultato positivo , anche se come si può intravedere dal titolo c’è del rammarico , ma di questo ne’ parlerò a margine e con moderato ed onesto giudizio finale, ciò di cui mi preme scrivere da subito e’ quello che rappresenta per La nostra Società la partita di ieri e in che contesto e’ stata raggiunta .
Mi spiego , ieri i nostri ragazzi hanno giocato in uno stadio , come la categoria che frequentiamo quest’anno ci ha dato l’opportunità di fare più volte nella stagione , ma è chi ha calpestato quel prato di gioco  e frequentato quello Stadio dandone lustro e blasone al punto di meritarsi lo pseudonimo di “Maghi” che ne’ fa la differenza .
Si signori quelle maglie negli anni 80 sono state indossate dai migliori giocatori della provincia , era un vanto ed un traguardo di carriera potere fare parte “dell’undici” della formazione rossoblu’ , compagine per diverse stagioni inarrestabile a livello calcistico ed inarrivabile a livello tecnico fino a raggiungere alla fine degli anni 90 il prestigioso traguardo professionistico dell’allora “C2” ora LegaPro , memorabile in quella stagione di promozione nel campionato professionistico in una partita disputata , per una particolare occasione , allo Stadio Comunale di Torino quando i propri tifosi si presentarono sugli spalti con uno striscione esemplificativo : Scusate siamo di passaggio -stiamo andando in C2 .
Sull’onda lunga di quei successi la Saviglianese ha il vanto di avere “donato” al calcio professionistico , partendo dal proprio vivaio fino alla Prima squadra il giocatore Sandro Cois , punto fermo con più presenze nella Nazionale Azzurra.
Siamo ai primi anni 2000 ed i “Maghi” annovereranno  ancora  , tra le proprie fila , al termine della loro lunga carriera professionistica giocatori del calibro di Diego Fuser e GianLiugi Lentini .
Perché , alcuni si chiederanno , questo lungo prodigarsi in lusinghe , più che meritate sia chiaro , nei confronti dei rivali di ieri ? 
Il perché sta nell’ingresso allo Stadio con l’affissione del manifesto che riportava la sfida tra la Saviglianese e l’Olimpic Saluzzo , sfida di Prima Categoria d’accordo , ma partita di calcio della Federazione Nazionale che vedeva i nostri portacolori confrontarsi con la Storia del calcio Provinciale e non solo , partita che solo pochi anni prima se qualcuno avesse mai pensato immaginare in questi termini , sarebbe sicuramente stato preso per pazzo.
E noi piccola Società di calcio di questo dobbiamo solo esserne fieri e dire un grazie di cuore a questi ragazzi che con costanza tenacia ed anche un po’ di follia negli anni ci hanno portato a questo traguardo , e voi , ieri Mister Zaino e giocatori , tutti , anche quelli accomodati in tribuna per squalifica od infortunio che avete trepidato come i vostri compagni in campo ed in panca all’unisono “salvate” tra i vostri ricordi questa foto di inizio articolo , che ora visto la giovane età vi può sembrare di banale importanza , ma col tempo né porterete vanto ed orgoglio.
Ecco e’ di questo che all’inizio articolo parlo di rammarico , perché ieri per molto tempo la nostra piccola Società di calcio ha assaporato il gusto , più che meritato , grazie all’impegno degli “attori” sopra citati di vincere una partita di calcio dal sapore più che particolare .
Per quanto riguarda il lato prettamente sportivo ieri Mister Zaino dicat : 3-5-2
Basha , Telamone(c)-Strumia-Campagnolo , Forgia-Dao-Gallo-Rinaudo-Costa , Martini-DaCosta.
In panchina :Petrushj , Calvetti , Bergesio , Chiappero , Martino , Bordino , Kulli .
Partita da subito “giocata” , non di “studio” , temperatura caldissima per il periodo , siamo sopra i 20 gradi , ma nessuna delle due compagini sembra risentirne , lunghe le falcate lungo le fasce , intense le trame di gioco al centro del campo da parte di tutti i giocatori ed al ventesimo della prima frazione di gioco arriva il meritato vantaggio gialloblù , rapido e preciso il “dialogo” di palla tra Rinaudo ed il giovane Martini che abilmente si destreggia tra due avversari e depone la sfera alle spalle del portiere “nemico” 1 a zero.
Non ci sta la Saviglianese , prova in tutti i modi , punizioni al limite dell’area gialloblù e tiri da breve distanza , a raggiungere il pareggio , ma i nostri ragazzi rispondono di “no” ad ogni offensiva .
Si va al riposo consci di avere fatto bene e ci si presenta alla ripartenza delle ostilità subito reattivi.
Mister Zaino , come sempre prodigo di consigli , tiene alta la concentrazione dei propri ragazzi , poi purtroppo al 25″s.t. arriva per i Maghi l’agognato pareggio .
Perde la palla il nostro difensore e trasforma un’imprecisione in un’assist per la loro ala destra , questi non si fa “pregare” , anzi , si catapulta in area pochi passi tiro e , 1 pari.
Ora sente il colpo l’Olimpic , siamo all’ultima mezz’ora di gioco , mister Zaino effettua doppia sostituzione :Bordino per Martini , Kulli per DaCosta , insiste il Comducator 75″s.t. Martino per Gallo , ma la fatica e’ molta , cade nella trappola nemica delle punizioni l’Olimpic con i tiri dello specialista loro , il numero 10 Francioso , questi ci proverà almeno in tre occasioni a ribaltare il risultato , ma nulla avrà a cambiare .
Dopo i 90 minuti regolamentari ancora quattro di recupero ne’ darà il Direttore di gara , oggi all’altezza del match , ma i tre fischi finali saranno la giusta ed attesa fine dell’incontro , con tutti i protagonisti  a stringersi sportivamente la mano .
Domenica 27 marzo tra le mura amiche del Domenico Savio , altra importante sfida per la corsa salvezza contro la ostica Sommariva Perno .FORZA SEMPRE GIALLOBLÙ !